La rivoluzione digitale negli studi odontoiatrici

La rivoluzione digitale negli studi odontoiatrici

Il progresso sta cambiando il mondo. Nuove tecnologie che stanno rapidamente sostituendo le vecchie apparecchiature rendendo la nostra vita più facile in tutti i settori. E ovviamente anche il mondo della salute dentale ha dovuto fare i conti con l’arrivo del terzo millennio sostituendo tante tecnologie ormai anacronistiche con le ultime avanguardie digitali. E così, anche negli studi dentistici italiani possiamo trovare tantissimo strumenti nuovi diventati in brevissimo tempo di utilizzo comune: a partire dalle tecnologie per la diagnostica per immagine che danno la possibilità al medico di poter analizzare la cavità orale del paziente da una visuale più completa, senza il rischio che alcuni punti restino inesplorati. Una piccola differenza che però, basti rifletterci un attimo, ha rivoluzionato completamente il modo di fare medicina. Sempre più diffuso è anche il radiografico digitale, che dà la possibilità di fare radiografie immediate, senza dover aspettare di recarsi in ospedale. Di grande importanza è anche l’utilizzo degli scanner intraorali e dei laser odontoiatrici, tecnologie non ancora presenti in tutti gli studi dentistici di Italia ma che cominciano a fioccare uno dopo l’altro in modo da annillare il digital divide che abbiamo rispetto agli stati più sviluppati. Una vera e propria rivoluzione digitale insomma, che però ha effetti diversi sui vari dentisti italiani: i più giovani infatti sono al lavoro per rendere il proprio studio al passo con i tempi; la vecchia guardia, invece, sostiene che per fare questo mestiere c’è bisogno di anni di duro lavoro e che un macchinario, per quanto possa semplificare la vita del dentista, di certo non potrà sopperire all’esperienza maturata in anni e anni di sacrificio. Ma andando a vedere i dati il processo è già verso la fine, anche gli studi dentistici italiani, ormai, sono più orientati ad offrire al paziente tutte le innovazioni digitali del momento, una vera e propria rivoluzione che si traduce anche nel miglioramento e nella maggiore completezza delle diagnosi, nella rapidità di esecuzione, nella facilità di produrre protesi o soluzioni ad hoc per il paziente, nonché nel riuscire a trasformare lo studio dei dentisti in un luogo meno pauroso per i bambini, aspetto da non sottovalutare se consideriamo che la gran parte dei problemi che riguardano la nostra dentatura sono molto probabilmente dovuti al fatto che si comincia a preoccuparsene quando ormai è troppo tardi, tradendo il vecchio dogma di ogni studio dentistico secondo cui “Prevenire è meglio che curare”.

No Comments

Leave a Comment