Afte: come proteggersi e come curarle

Afte: come proteggersi e come curarle

cci-sorrisoA volte sono così piccole, ma al contempo così fastidiose. Le afte sono un problema costante e comune, un piccolo fastidio che tutti hanno provato almeno una volta nella vita ma di cui si ignorano ancora le cause. Di certo sappiamo che le cause delle afte possono essere sia dipendenti da fattori come stress, sistema immunitario debilitato, malattie gastrointestinali, o anche dalla assunzione di alimenti troppo acidi o l’introduzione di oggetti sporchi all’interno della nostra cavità orale. Per quanto le afte siano un problema così diffuso e fastidioso hanno il grande pregio di sparire da sole e in pochi giorni, anche senza l’ausilio di una cura. Eppure per chi non ha la pazienza di convivere con il piccolo fastidio esistono un’infinità di rimedi naturali che possono anticipare il normale processo di cura. Uno degli antisettici più efficaci al mondo è, ad esempio, il sale che si candida ad essere un nemico naturale delle afte: un bicchiere di acqua tiepida e sale, risciacquando ripetutamente sulla zona interessata tre volte al giorno, avrà già effetti benefici importanti. I più arditi, invece, preferiscono strofinare un granello di sale grosso direttamente sull’afta, anche se gli esperti sconsigliano questo metodo dal momento che si rischierebbe di infiammare la zona interessata. Anche il bicarbonato di sodio ha gli stessi effetti del sale, inoltre, creando una pasta aggiungendo al bicarbonato solo poche gocce d’acqua si può lasciarla agire sulla zona interessata in maniera più pratica. Un altro rimedio infallibile per le afte e ogni problema della cavità orale è l’acqua ossigenata: intingete un cotton fioc nel perossido di idrogeno e applicatelo sulla lesione, il dolore si placherà e l’infezione non ha modo di attecchire su altre zone della nostra bocca. Anche un comune collutorio, pur non potendo essere considerato un rimedio naturale, ha effetti molto benefici sulle piccole infezioni della bocca, ma potrebbe essere più doloroso. In estate, se volete associare la cura a una sensazione di refrigerio, un cubetto di ghiaccio potrebbe anestetizzare il dolore e al contempo ridurre l’infiammazione. Infine, il rimedio più gustoso, adatto soprattutto per le persone che soffrono di afte in maniera regolare, è quello di consumare uno yogurt al giorno: l’acido del latte e i fermenti presenti all’interno di tale alimento terrà sotto controllo la proliferazione di nuovi batteri all’interno della vostra cavità orale.

No Comments

Leave a Comment